Molte persone sono solite pensare che il talento sia qualcosa di innato. Per utilizzare una frase che amava pronunciare un mio professore all’università, potremmo dire che “se ti sei scelto bene Mamma e Papà ce l’hai, altrimenti no”. Molti di quelli che credono a questa convinzione, rinunciano a trovare il proprio talento, nascondendosi dietro al fatto che loro non sono fatti per queste cose e che la vita è stata meno clemente con loro. Si accontentano di un lavoro così così, di relazioni così così, e più in generale di una vita così così. Ma è veramente questo il nostro destino? E se ognuno di noi avesse almeno un talento? E magari non lo avesse ancora scoperto, a prescindere dall’età anagrafica?

Lo scorso weekend ho avuto il piacere di lavorare con Betty, una bambina di 10 anni che, da quando ne ha 4, è salita per la prima volta in moto. E pensare che nessuno della sua famiglia aveva mai praticato questo sport. Questa passione le è nata spontaneamente, e da allora è stato amore vero. Domenica ha corso la prima gara del campionato ed il suo team, congiuntamente con i genitori, ha deciso di affidarmi l’allenamento delle sue potenzialità per far sì che il suo talento, precoce, si dotasse di tutte quelle basi che sono il presupposto di ogni potenziale campione. Lavorare con lei mi ha fatto riflettere su questo tema, ed è per questo che ho deciso di riassumere tutti gli ingredienti sui quale ognuno di noi dovrebbe concentrare le proprie energie per far emergere il proprio speciale talento.

1. LA PASSIONE | Il vero presupposto del talento. Senza la passione, ogni tentativo sarà vano. Perché allenare il talento significa anche fare fatica e sacrifici, impegnandosi in azioni via via sempre più complesse. La passione è in grado di giustificare i nostri sforzi e le nostre batoste, e renderli meno amari. Chiediti: che cosa mi appassiona? Quali sono le cose che ricerco maggiormente? Che cosa è in grado accendermi e di regalarmi emozioni? Parti dalle tue passioni e la strada sarà più agevole.

2. LE POTENZIALITÀ & LE COMPETENZE | I motori potenti del talento. Le scoperta delle potenzialità che ci caratterizzano ci aiutano ad individuare la nostra unicità. Quando, ad esempio, siamo in grado di vivere i nostri valori più profondi, tutto ciò che facciamo acquisisce un senso e un significato che sono capaci di entusiasmarci. Ma da sole le potenzialità non bastano: abbiamo bisogno di acquisire le competenze che ci permettano di vivere le nostre potenzialità nel sistema simbolico che abbiamo scelto per sviluppare il nostro talento. Chiediti quindi: che cosa è veramente importante per me? Quali azioni devo mettere in campo per vivere a pieno i miei valori? Quali competenze devo acquisire che mi permetteranno di allenare il mio talento? Scopri le tue potenzialità e decidi quali competenze fare tue.

3. L’ALLENAMENTO | Il segreto imprescindibile del talento. Dicono che ci vogliano almeno 10.000 ore per allenare un potenziale talento ad essere tale. Ecco perché molte persone che scoprono precocemente il proprio, finiscono per perdersi. Perché? Semplicemente, perché si sentono già brave e mollano, pensando di vivere di rendita. Il talento non tollera scorciatoie. Devi allenare le tue potenzialità fino a farle diventare i tuoi poteri e, allo stesso modo, devi allenare le tue competenze fino a farle diventare le tue capacità. Chiediti: quali azioni posso fare tutti i giorni al fine di allenarmi a diventare migliore? A chi posso affidarmi? Quali persone e quali ambienti devo frequentare per crescere sempre di più? Trova un contesto che ti sfidi e ti alleni ogni giorno a diventare la persona che sei destinata ad essere.

Il talento altro non è che Il risultato della formula “passione + potenzialità + competenze + allenamento”, e ciascuno di noi ne può avere almeno uno. Ciò che conta è rispettare questi passaggi e impegnarsi per trasformare il proprio potenziale in una forza concreta. Scoprire quindi il proprio talento è un dono non soltanto per noi stessi: significa aggiungere valore a questo viaggio chiamato vita; significa mettere al servizio delle altre persone le nostre doti; significa fare scoperte che possono migliorare l’esistenza di molti; significa essere in grado di trasmettere le emozioni positive che proviamo; e poi ancora, significa impegnarsi per rendere questo mondo un posto migliore. 

Per cui, fai oggi qualcosa di utile per te e per gli altri: che cosa farai per far emergere il tuo talento? Quale sarà la tua prossima mossa?


VUOI LEGGERE IL PROSSIMO ARTICOLO IN ANTEPRIMA? INSERISCI QUI I TUOI DATI: