C’è una regola della vita che dice… “senza eventi negativi non ci sarebbero eventi positivi”. E se ci pensi bene, è veramente così. La storia dell’umanità ne è una dimostrazione. Da sempre, bene e male si combattono per imporsi l’uno sull’altro, anche se questa eterna battaglia non avrà mai un vincitore. Bene e male sono fatti della stessa sostanza, e in quanto tali, imprescindibili. Ecco perché imparare ad accettare i momenti no, e soprattutto, imparare a gestirli, può fare una grande differenza per la nostra vita.

Gli eventi negativi rappresentano quindi un’ottima opportunità di cambiamento. Arrivano per portarci informazioni importanti, e lo fanno dandoci la concreta percezione che qualcosa non funziona e vada messo in discussione. Solitamente, questo processo di cambiamento, che nasce da eventi negativi, passa attraverso queste quattro fasi:

1 | IL DISGUSTO. Una delle emozioni negative più forti, ma anche una delle più potenti, capace di attivare un vero processo di cambiamento. Quando pronunciamo frasi del tipo “ne ho abbastanza” oppure “questa volta è veramente troppo”, stiamo gettando le basi per una rivoluzione dentro. Le nostre energie si mobilitano per allontanarsi da ciò che stiamo vivendo e si organizzano per la fase successiva. 

2 | LA DECISIONE. Il momento in cui scegliamo di non tornare più indietro. Quando non ne possiamo più, quando siamo estremamente frustrati o quando il nostro livello di sopportazione ha superato il limite, è arrivato il momento di prendere una decisione. Le decisioni sono, di fatto, un ponte tra le emozioni e le azioni e durano il tempo di una scintilla: “è arrivato il momento di cambiare, e lo voglio fare adesso”.

3 | IL DESIDERIO. Se da una parte il disgusto ci aiuta ad allontanarci da ciò che non vogliamo più, dall’altra parte abbiamo bisogno di elaborare un desiderio che ci guidi verso un futuro motivante, nel quale intravedere la possibilità che accada qualcosa di positivo. È questo lo scopo di desiderare: immaginare uno scenario veramente bello da andare a conquistarci.

4 | L’AZIONE. C’è un momento per vivere emozioni, uno per decidere, uno per desiderare, ed infine uno per agire. Senza azioni non ci sono cambiamenti, ma solo buoni propositi e intenzioni. Diventare una persona di successo significa attivarsi concretamente per trasformare i desideri in risultati, anche se la strada per la loro realizzazione è spesso impervia e sconosciuta. Il che, per assurdo, rende il percorso ancora più intenso ed emozionante.

E ora che sei arrivato fino a qui, lascia che ti faccia qualche domanda:

1 | Qual è quella situazione che stai vivendo e che da un po’ troppo tempo ti disgusta? Quale, nello specifico, non vorresti più vivere?

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

2 | A cosa dirai “basta”, una volta per tutte? Prendi una decisione, e prendila adesso. Adesso è l’unico momento che conta.

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

3 | Desidera, e fallo in grande. Che cosa, invece, vuoi veder accadere di diverso nella tua vita. Se tu fossi certo di riuscirci, per che cosa saresti disponibile ad impegnarti veramente?

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

4 | Passa all’azione. Quali saranno i prossimi tre passi che farai e che, gradualmente, ti avvicineranno a ciò che realmente desideri? Inizia da uno di questi tre, e fallo subito.

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Se pensi possa esserti utile, stampa questo articolo e dedicati qualche minuto per scrivere le risposte. Le persone che conosci e che hanno la tendenza a lamentarsi sempre sono quelle che non risponderanno mai a questi quesiti: lo reputano una perdita di tempo, e preferiscono ingannare la mente con cibo spazzatura. Le persone che invece amano migliorarsi lo faranno, perché hanno capito che fare chiarezza è uno dei passi fondamentali per andare verso la vita che desiderano.

Personalmente non conosco il tuo passato, ne tanto meno la tua storia. Non so neanche quale situazione tu non voglia più vivere. Non conosco i tuoi desideri, né tanto meno i tentativi che hai già provato a fare per migliorare questa situazione. Ma una cosa voglio dirtela: delusione e felicità si trovano oltre lo stesso muro da superare, e tu puoi farcela!


VUOI LEGGERE IL PROSSIMO ARTICOLO IN ANTEPRIMA? INSERISCI QUI I TUOI DATI: