Pensare che la nostra vita possa scorrere sempre liscia, sarebbe pura utopia. Siamo essere umani, e in quanto tali, imperfetti e vulnerabili. E così può capitare di attraversare momenti no: situazioni complesse che dobbiamo capire come gestire e superare. Momenti in cui mettiamo in dubbio le scelte fatte e alle quali occorre porre rimedio, trovando dentro di noi nuove risorse e nuove energie.

Quando ti ritrovi in questo tipo di situazioni, fai fatica a vedere le soluzioni. Capita a volte di affannarsi a pensare e ripensare, senza nessun risultato. Entri in quel circolo vizioso in cui tutte le strade che mentalmente provi a percorrere non portano in nessuna delle direzioni che desideri. E quando questo avviene, il rischio di sentirsi persi diventa più reale che mai. 

Einstein diceva: “non puoi risolvere un problema con la stessa mentalità che l’ha generato”. Parole vere, ma come possiamo interrompere questo schema e uscire da questo tunnel? E a chi possiamo rivolgerci per chiedere aiuto al fine di ragionare in maniera nuova e più funzionale?

Se è vero che dobbiamo trovare strade diverse, una strategia sicuramente percorribile è quella di chiedere aiuto ai nostri mentori. I mentori sono quelle persone alle quali ci ispiriamo e per le quali proviamo un immensa stima. Rappresentano per noi un modello di eccellenza, ma non per forza in tutto quello che fanno. Capita a volte di scegliere un mentore anche solo per una singola qualità che possiede e che per noi rappresenta il massimo. Il mentore è pertanto una persona, immaginaria o realmente esistita, in grado di consigliarti la cosa giusta da fare anche quando non è presente.

Ma perché sono così importanti e perché possiamo contare su di loro? Sperimentiamolo insieme: pensa adesso ad un problema che non sai risolvere o ad una situazione difficile da gestire. Ce l’hai? Perfetto, ora pensa a una persona che secondo te sarebbe in grado di superare e risolvere la situazione che hai immaginato. Ti ripeto: potrebbe essere una persona che conosci personalmente, oppure una persona che stimi ma che non hai mai avuto modo di incontrare dal vivo, oppure ancora un personaggio di fantascienza o un super eroe. L’hai trovato? Ottimo, ora è arrivato il momento di fargli una domanda: “Ehi, tu, cosa faresti di diverso per superare questa condizione? Se tu fossi al mio posto, che cosa mi suggeriresti di fare?” Ascolta le sue risposte.

Questo semplice esercizio ci da la possibilità di vedere le cose da un punto di vista diverso. Tecnicamente ci permette di dissociarci dal problema che stiamo vivendo e di guardare la situazione in seconda persona. Così facendo, è come se ci elevassimo e guardassimo la scena in maniera più oggettiva, senza farci condizionare dagli stati d’animo negativi che offuscano i nostri pensieri. Avere dei mentori è una strategia semplice da attuare e allo stesso tempo efficace. Ti consiglio di sceglierne almeno tre, con questo tipo di caratteristiche:

UNA PERSONA CHE REALMENTE CONOSCI | Cercala tra la tua rete di relazioni. Potrebbe essere una persona molto vicina a te, oppure una che hai incontrato e conosciuto in passato. Una persona che ammiri per le sue qualità e che ai tuoi occhi è sempre in grado di fare la scelta giusta. La stimi per i suoi comportamenti e per come si approccia alle situazione difficili. Immaginarla come tuo personale consigliere ti aiuterà a trovare le risposte, tutte le volte in cui ne avrai bisogno.

UN SUPER EROE | Tutti noi siamo stati bambini e siamo cresciuti con i cartoni animati. Inoltre, tutti noi abbiamo visto almeno una volta un film di fantascienza e ammirato i suoi personaggi: Ironman, Captain Marvel, Spiderman, Wonder Woman, ecc. Chi è il tuo super eroe preferito? Fallo entrare nella tua cerchia dei consiglieri di fiducia. Ci sono situazioni della vita che dobbiamo affrontare e che ci richiedono parecchia forza per superarle. In questi casi, abbiamo bisogno di poteri speciali e un super eroe è la figura giusta che fa al caso nostro. 

LA MIGLIORE VERSIONE DI TE | Se ripensi al tuo passato, troverai sicuramente nella memoria una versione di te che è stata super. Quella versione che aveva fiducia nelle sue capacità e che affrontava di petto le sfide della vita. Rispettava la paura, ma per nulla al mondo si faceva comandare da lei. Aveva coraggio, e ne aveva talmente tanto da condividerlo con le persone che ne avevano bisogno, distribuendolo. Quando ti troverai di fronte a una nuova decisione importante da prendere chiediti: che cosa farebbe la migliore versione di me?

Scegli i tuoi mentori e fatti consigliare da loro: una volta selezionati, ti saranno fedeli per sempre e resteranno lì, al tuo fianco, pronti per svolgere la loro missione: aiutarti a superare i momenti difficili! Io ho scelto i miei, e tu?


VUOI LEGGERE IL PROSSIMO ARTICOLO IN ANTEPRIMA? INSERISCI QUI I TUOI DATI: